Reddito di Cittadinanza. Documentazione all?ufficio postale di via Carlo Freguglia (Milano - 2019-03-06, SEBASTIANO        TERRENI) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate
Il Borghese
EDITORIALE DEL GIORNO

Così si smarrisce la nostra fiducia

Un’altra stoccata alla fiducia degli italiani. Per dirla tutta, l’ennesima truffa con il reddito di cittadinanza, un milione e 400 mila euro sottratti all’erario con un sistema talmente semplice da far pensare che il danno, quando si saranno messi in fila tutti gli episodi di malaffare noti e meno noti alle cronache, possa essere gigantesco. Peggio, vergognoso in un Paese dove gli anziani, i disabili, gli ammalati gravi sono costretti a vite da cani, spesso alla soglia della povertà vera. Il segno, a leggere il meccanismo con cui una signora e suo marito con la complicità di quattro cittadini rumeni siano riusciti a far concedere l’assegno mensile a oltre 300 cittadini stranieri che in Italia non mai hanno neppure messo piede, di una burocrazia fallimentare e della più elementare mancanza di controlli, in ossequio alle faciloneria di certa politica. Come nei raggiri miliardari del “bonus 110 per cento” dove c’è chi ha fatto goga e migoga con cantieri aperti e mai iniziati, lavori fantasma e prezzi gonfiati cavalcando l’onda dei rincari delle materie prime e rubando letteralmente l’enorme cifra di 2,5 miliardi di euro. Un sistema criminale tale da mettere in crisi non solo i condomini beffati, ma anche tutto il sistema delle imprese che oggi – se oneste – rischiano il collasso. Sarebbe facile oggi, nell’incalzare della campagna elettorale, addossare tutte le responsabilità al copyright dei Cinque Stelle. E politicamente lo è, ma c’è anche una componente dello Stato, ovvero gli uffici delegati a verificare la fattibilità di certe leggi e a predisporre le opportune verifiche. In uno Stato che si rispetti non è accettabile che si conceda un contributo di cittadinanza a chi non è neppure residente in Italia. Se questo accade, e purtroppo è accaduto, non stupiamoci quando la fiducia dei cittadini verso la politica crolla. E cresce il partito degli assenteisti.

beppe.fossati@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Rubriche
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo