LA NOTA

Coronavirus, salta il Festival Alta Felicità in Valle di Susa

Troppi contagi, gli organizzatori annunciano l'annullamento della tradizionale kermesse No Tav

Il logo della kermesse annullata

Troppi contagi, il coronavirus fa saltare il Festival Alta Felicità, kermesse musicale, culturale e di protesta nata gli scorsi anni in Valle di Susa sull’onda del Movimento No Tav. Sono stati gli stessi organizzatori dell’evento ad annunciarlo.

“Visto l’attuale innalzamento della curva dei contagi, con il conseguente nuovo decreto governativo di Ferragosto, abbiamo deciso di sospendere e annullare l’edizione 2020. Chi ci conosce e ha partecipato alle edizioni precedenti sa che non è stata una scelta presa a cuor leggero”, si legge in una nota diffusa su internet.

Nella stessa nota si sottolinea come la scelta sia stata “dettata innanzitutto dal senso di autotutela e di responsabilità in un momento molto delicato” e si ribadisce il dissenso nei confronti di “quelle istituzioni che, invece di garantire la possibilità di una vita dignitosa, a cominciare da una sanità efficiente, perpetuano politiche criminogene e distruttive dell’ambiente e delle nostre vite, come il Tav in Valsusa, sperperando ingenti risorse per tutti a beneficio dei profitti per pochi”.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single