Fonte: nursind.it
News
I DETTAGLI

Coronavirus. La protesta del Nursind: dieci camion in marcia per le strade di Torino

Domani e martedì un treno lungo cento metri sfilerà per i corsi della città e davanti agli ospedali

Il Nursind, la più grande rappresentanza sindacale infermieristica italiana sta portando avanti manifestazioni in tutte le piazze italiane, da Torino, Ancona, Firenze, Genova a quelle in programma a Milano, Bologna, Perugia, Pescara, fino a Bari e Palermo «per ricordare al Governo le promesse fatte e perché onori gli impegni presi con infermieri e cittadini».
Dopo il primo flash mob organizzato dalla sezione piemontese proprio a Torino il 20 maggio scorso, domani 8 giugno, sempre a Torino, dieci camion, lunghi dieci metri, formeranno un treno lungo cento metri che percorrerà per tutto il giorno le vie della città i corsi più importanti. Succederà ancora martedì, 9 giugno, davanti a tutti gli ospedali.

«I dieci camion mostreranno su ambo i lati dei manifesti a vela che ricorderanno allo Stato di mantenere le promesse fatte, di onorare un impegno preso con i cittadini italiani ai quali anche ci rivolgiamo scendendo direttamente nelle strade» spiega Francesco Coppolella, segretario regionale Nursind Piemonte. «Il primo flash mob ha innescato una serie di proteste della categoria infermieristica in tutte le piazze Italiane, segno che la misura è colma».

Il Nursind fa il punto di una situazione ormai non più sostenibile. «Non ci interessano bonus e premialità che pure sarebbero dovuti arrivare – prosegue Coppolella -, chiediamo di poter rivedere la nostra struttura contrattuale, le nostre condizioni di lavoro per riconoscere e valorizzare la professione, garantire la tutela dei diritti che devono essere esigibili anche per noi, esigere una assistenza al cittadino sicura e dignitosa. In termini pratici, rivedere i nostri stipendi e le nostre indennità, rivedere le norme che regolano il nostro rapporto di lavoro attraverso una contrattazione separata dal comparto sanità, vista la peculiarità e la specificità della nostra professione, rivedere le dotazioni organiche e le modalità organizzative».

I camion partiranno da Torino Porta Nuova alle 10, per giungere in piazza Vittorio Emanule II alle 10,15, da dove partiranno alle 10,30 per via Po e tutte le più importanti vie e piazze di Torino.

«Non ci fermeremo qua – assicura il Nursind -, daremo degna rappresentanza agli infermieri italiani il cui valore non è mai stato riconosciuto nonostante quello che hanno fatto oggi, facevano ieri e faranno domani».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo