11/05/2022 Roma, stadio Olimpico, finale Coppa Italia Frecciarossa 2022 Juventus-Inter, nella foto Hakan Calhanoglu segna il gol del 2-2 su calcio di rigore
Sport
BIANCONERI ZERO TITOLI

Coppa Italia all’Inter: la Juventus si illude, poi la decide Perisic

“Zero tituli”, come direbbe Mourinho. La Juve perde anche la Coppa Italia, la stagione 2021/2022 verrà ricordata per la mancanza di trofei: come in Supercoppa, a esultare è l’Inter dopo i tempi supplementari grazie al 4-2 finale. E, come spesso capita nei derby d’Italia, non sono mancate le polemiche, con Allegri furibondo con arbitro e avversari ed espulso per un comportamento mai visto prima da parte dell’allenatore. La partita comincia, la Juve è ancora negli spogliatoi e l’Inter: al primo affondo arriva un corner, Barella ha tutto il tempo per prendere la mira e calciare, trovando l’incrocio dei pali e portando avanti i nerazzurri. I bianconeri ci impiegano metà tempo prima di entrare in gara, poi cominciano a creare i pericoli. Dybala e De Ligt scaldano le mani di Handanovic, al 24’ e al 32’ le due occasioni migliori: Vlahovic costringe il capitano interista al miracolo, la Joya non trova la porta per questione di centimetri su un tiro imparabile. In chiusura di tempo, si ferma Danilo, già non al meglio e recuperato dopo il forfait di Genova, e Allegri opta per una mossa offensiva, sostituendo il brasiliano con Morata e abbassando Cuadrado nella linea dei quattro difensori. Nella ripresa si invertono i ruoli, in due minuti la sfida cambia inerzia e la Juve mette la freccia. Il tiro di Alex Sandro, con Morata in traiettoria, manda in crisi Handanovic ed è il pareggio, poi la ripartenza con l’assist di Dybala per Vlahovic vale il sorpasso. Allegri si mette sulla difensiva e inserisce Bonucci, a dieci dalla fine il muro bianconero cade: Lautaro va già in area tra De Ligt e lo stesso Bonucci, Calhanoglu non sbaglia dal dischetto. Ai supplementari è Perisic a prendersi la scena, realizzando una doppietta (il primo su rigore, Valeri ha bisogno del Var per il contatto De Ligt-De Vrij) e mandando al tappeto la Juve. A Roma festeggia l’Inter, Allegri chiude l’anno senza trofei: il toscano ha un cammino peggiore di Sarri e Pirlo, che avevano vinto rispettivamente scudetto e coppa Italia più Supercoppa.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo