News
Al lavoro task-force di Polstato, Municipale, Asl e Spresal

Controlli in 5 locali di San Salvario e Nizza Millefonti: fioccano multe per oltre 34 mila euro. Chiuso un circolo privato

Certificazioni insufficienti, alimenti in cattivo stato di conservazione e carenze igienico sanitarie i casi riscontrati dalle forze dell’ordine

Controlli in cinque esercizi commerciali, a Torino, nei quartieri San Salvario e Nizza Millefonti, da parte degli agenti del commissariato Barriera Nizza, entrati in azione insieme agli uomini della polizia municipale di San Salvario, operatori dell’Asl Sain e dello Spresal.

SCATTA LA SANZIONI PER I TITOLARI DI DUE BAR
I titolari di un locale di via Principe Tommaso e di un bar di via Finalmarina sono stati entrambi sanzionati per mille euro. Nel primo caso per la mancata certificazione di conformità fumi, nel secondo per l’assenza del deposito dedicato agli alimenti.

IL BLITZ DELLA MUNICIPALE IN VIA BERTHOLLET
La polizia municipale ha sanzionato per 3.100 euro un locale di vicinato in via Berthollet, dove, oltre a carenze igienico sanitarie, è stata riscontrata l’assenza dell’indicazione del prezzo e le mancata informazione sulla provenienza e la categoria dei prodotti ortofrutticoli.

MULTATO LOCALE IN VIA MADAMA CRISTINA
Sempre i vigili hanno anche sanzionato un esercizio di via Madama Cristina per oltre 2.100 euro, dopo aver verificato l’assenza di esposizione di listino prezzi e autorizzazioni e per la presenza di un congelatore a norma.

LA SCOPERTA IN UN CIRCOLO DI VIA GALLIARI
Diverso, invece, è stato l’esito dei controlli effettuati in un circolo privato di via Galliari, dove gli agenti hanno trovato alimenti, destinati alla vendita, in cattivo stato di conservazione, con rischi per la salute del consumatore. La merce, tra l’altro, è risultata priva di qualsivoglia etichettatura che ne garantisse la rintracciabilità per la sicurezza alimentare.

ALIMENTI APERTI E RICOPERTI DI GHIACCIO
Alcuni alimenti si presentavano addirittura aperti e ricoperti di ghiaccio, altri erano collocati in pellicole di plastica non idonee al congelamento. Per altri ancora, infine, era difficile stabilire la reale specie di carne.

SEQUESTRATI 22 CHILI DI PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE
Complessivamente, sono stati sequestrati quasi 22 chili di prodotti di origine animale. La responsabile del locale è stata denunciata in stato di libertà per la cattiva conservazione del cibo.

MAXISTANGATA DA 24MILA EURO
Contestualmente, la polizia municipale ha accertato diverse irregolarità amministrative, tra le quali l’apertura abusiva di esercizio di somministrazione, e ha sanzionato il circolo per oltre 24mila euro.

SCATTA LA CHIUSURA DEL LOCALE
Altre sanzioni per 3mila euro sono state irrogate dall’Asl-Sian per la diffusa sporcizia del laboratorio e la mancanza del piano di autocontrollo. Alla luce delle numerose irregolarità igienico-sanitarie non sanabili e vista la diffusa e consolidata sporcizia accumulata nel tempo nel locale ad uso laboratorio di gastronomia, personale dall’Asl-Sian ha intimato la chiusura immediata dell’attività fino al completo ripristino degli ambienti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo