droga
Cronaca
I pusher africani nascondevano cocaina nel sottotetto della piscina Parri

Controlli antidroga a Barriera Nizza: un arresto e quattro espulsioni

Un giovane italiano è stato sorpreso con 1,3 chili di hashish e marijuana nell’auto e in casa

Un giovane di 22 anni, di nazionalità italiana e incensurato, è stato arrestato dagli agenti di polizia del commissariato Barriera Nizza con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Nella sua autovettura, parcheggiata in corso Dante, i poliziotti hanno trovato circa 700 grammi di marijuana nascosti in una borsa da palestra e in una scatola di cartone. Nella sua abitazione, poi, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato 641 grammi di marijuana e hashish, un grinder per sminuzzare droga e varie etichette di cannabis.

L’intervento è scattato nell’ambito di un controllo straordinario del territorio disposto dal questore Francesco Messina che ha portato all’arresto di un 41enne sloveno trovato con passaporto falso, alla multa di un egiziano di 20 anni perché in possesso di hashish e all’espulsione di quattro giovani africani tra i 18 e i 20 anni – due senegalesi, un mauritano e un maliano – sorpresi sul tetto della piscina Parri con sette involucri di cocaina.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo