conte-vlahovic
Sport
PROVE DI SORPASSO

Conte vuole Vlahovic: così prova a superare la concorrenza Juve

Nell’anno solare 2021 Dusan Vlahovic ha segnato 25 gol in Serie A (almeno cinque più di chiunque altro), due in più dei 23 totalizzati insieme nello stesso periodo da Morata (nove), Chiesa (otto) e Dybala (sei). Forse è per questo che Massimiliano Allegri, fin dal suo ritorno in bianconero, lo ha messo in cima alle priorità di mercatoDal canto suo l’attaccante serbo classe 2000 non ha nessuna intenzione di rinnovare il contratto con la Fiorentina. Commisso gli ha fatto già un’offerta che Dusan ha rispedito al mittente. In estate è stato fortemente corteggiato dall’Atletico Madrid ma sulle tracce di Vlahovic ci sono anche altri top club europei. Gli ultimi, in ordine di tempo, a essersi iscritti alla corsa per accaparrarselo, sono gli Spurs del duo tutto italiano formato da Fabio Paratici e Antonio Conte. Il primo lo segue fin dai tempi in cui era direttore sportivo della Vecchia Signora. Il secondo, invece, lo ha espressamente richiesto per rafforzare l’attacco del suo Tottenham. Conte considera Dusan un attaccante alla stregua del “suo” Lukaku, ovvero di grande fisicità, corsa ma anche di grande tecnica. Per questo, come già accadde ai tempi in cui soffiò Lukaku alla Juventus per portarlo dal Manchester United all’Inter, Antonio Conte e Fabio Paratici proveranno a soffiare Dusan alla Juventus. Commisso, inoltre, se proprio potesse decidere a chi darlo, non lo cederebbe ai “nemici” bianconeri per nessun motivo al mondo. Il “caso Chiesa” nei rapporti tra le due società pesa ancora e ogni tanto il presidente Commisso trova il modo di ribadirlo. Intanto il presidente italo-americano avrebbe già fissato la cifra attorno ai 75 milioni di euro per il cartellino.

Dal canto suo, Dusan non vuole smettere di stupire. A segno in entrambe le gare dello scorso campionato contro la Juventus, potrebbe diventare solo il secondo giocatore della Fiorentina nell’era dei tre punti a vittoria ad andare a segno in tre presenze di fila contro i bianconeri (l’unico a riuscirci a finora è stato Nikola Kalinic, tre gare tra il 2016 e il 2017). Aspettando di decidere il suo futuro.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo