fracci
Eventi
CASTELMAGNO

Concerto di Ferragosto: fra i ragazzi delle stelle e l’omaggio alla Fracci

L’Orchestra Bruni rinnova l’appuntamento più importante dell’estate. Sarà trasmesso in differita da Raitre. Come pubblico solo 250 operatori del settore

Sarà ancora senza pubblico, come lo scorso anno, o meglio con un pubblico limitato a 250 spettatori – «tutti operatori della montagna, rappresentanti dell’imprenditoria, del commercio, dello sport», specificano gli organizzatori, un numero ben lontano dalle 20 mila presenze registrate a Limone Piemonte nell’edizione del 2019. Non sarà in diretta ma in differita. E fin qui le cattive notizie. La buona notizia è che comunque si farà. Il Concerto di Ferragosto, il tradizionale evento che dal 1981 porta la musica classica in quota, si terrà anche quest’anno, il secondo della pandemia. Sarà al Santuario di Castelmagno, nell’alta Valle Grana, vedrà ancora una volta protagonista l’Orchestra Bartolomeo Bruni di Cuneo e per la quinta volta vedrà salire sul podio il maestro Andrea Oddone. Sarà registrato il 5 agosto e trasmesso su Raitre il 15 agosto a partire dalle 12,45. Castelmagno è quella località del cuneese dove il 12 agosto dello scorso anno persero la vita cinque ragazzi in un’auto ribaltatasi su una stradina sterrata. I giovani erano andati a vedere le stelle cadenti. Ai “ragazzi delle stelle” è dedicata questa edizione dell’evento, la 41esima, un’edizione che assume quest’anno un significato particolare: «È un evento importante per la montagna dopo due drammatiche stagioni a causa della pandemia – sottolinea il vicepresidente della Regione Piemonte Fabio Carosso -. Le montagne tornano a vivere. Grazie ai droni si vedranno le immagini delle nostre Alpi, stiamo lavorando per far conoscere le nostre montagne anche d’estate».

Sullo sfondo di queste immagini riprese da un drone si snoderà un programma che rende omaggio a Carla Fracci, alle figure femminili del teatro e ai compositori piemontesi. «Il concerto si aprirà con una suite di mia realizzazione dal Gran Ballo Excelsior del piemontese Romualdo Marenco, un cavallo di battaglia della Fracci che portò anche alla Scala – spiega il maestro Oddone -. Proseguiremo, poi, con Rosina del Barbiere di Siviglia di Rossini con il mezzosoprano Sofia Koberidze, già interprete nella “Madama Butterfly” andata in scena recentemente al Regio, quindi le danze piemontesi di Leone Sinigallia, importantissimo compositore torinese, l’omaggio ad Habanera della Carmen e per finire Maria de Buenos Aires di Astor Piazzolla, un cavallo di battaglia di Milva». Saranno 70 minuti di musica coinvolgente da seguire sul piccolo schermo. Ad eseguirla 43 dei circa 60 elementi che compongono l’Orchestra Bruni. La parte musicale dell’evento sarà poi arricchita da contenuti, con la presenza di ospiti come Marta Bassino, medaglia d’oro ai campionati mondiali di sci di Cortina, e servizi che saranno trasmessi dalla Rai nelle settimane precedenti il concerto.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo