criminalità torino gn
Cronaca
Nell’ultimo anno i delitti sono cresciuti del 13,85%

Con la fine del Covid il liberi tutti anche per ladri e rapinatori

Alla crescita dei reati non corrisponde però quello di denunce e di arresti, diminuiti del 14% in 12 mesi

Il “liberi tutti” del dopo pandemia pare sia stato preso alla lettera dalla criminalità. Tant’è che i dati relativi al numero di delitti commessi negli ultimi 12 mesi, riportano Torino e la sua provincia ai numeri del 2018. Infatti, dal marzo 2021 allo stesso mese del 2022, i reati commessi sono stati 108.963, in crescita del 13,85%. Il boom riguarda, in particolare, i delitti contro la persona, +4,72%, e contro il patrimonio +19,75%, mentre gli altri reati registrano una flessione del 6,9%. Se però si confronta il dato con il periodo compreso tra il marzo 2019 e il 2020 i reati registrano una flessione complessiva del 5,36% (compresi quelli contro la persona e il patrimonio), a conferma della costante diminuzione del totale dei reati registrata negli anni pre Covid, ma questa sembra essere una magra consolazione rispetto all’analisi complessiva dei report della questura. Intanto, per quanto riguarda i delitti contro la persona, nel periodo preso in esame, sono cresciuti i tentati omicidi, +18,75%, le violenze sessuali, +18,92%, gli atti sessuali con minorenni, +83,33%, le lesioni dolose, +12,11% e le percosse, +4,4%. In calo gli omicidi volontari, -11,11%, gli omicidi colposi, -66,67%, le minacce, -0,69%, e lo sfruttamento della prostituzione, -3,77%. I reati contro il patrimonio rappresentano uno dei segmenti più consistenti sul totale dei reati commessi. In particolare, i furti registrano un incremento del 29,47%, le rapine segnano +38,48%, con un aumento del 73,94% per quelle compiute a danno di esercizi commerciali, del 30% in abitazione e del 29,31% in strada. Le rapine in banca sono passate da 3 a 7 e negli uffici postali da 4 a 6. Per quanto riguarda i furti, il 51,95% sono stati borseggi, il 27,18% scippi, il 16,81% furti in esercizi commerciali e il 16,06% furti su auto in sosta. L’attività di contrasto e di repressione ha portato, tra il marzo 2021 e il marzo 2022, all’arresto di 2.571 persone. Nello stesso periodo gli indagati sono stati 6.754. Complessivamente, rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente, si registra un calo di persone denunciate (-10,89%), sia in stato di arresto (-14,16%), che in stato di libertà (-9,59%). Infine, nell’ambito del contrasto al traffico di sostanze stupefacenti sono stati sequestrati importanti quantitativi di droga, in particolar modo di cannabinoidi (8.183,87 chilogrammi). Significativo anche il sequestro di cocaina (72,94 chilogrammi).

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo