L'ospedale San Giovanni Bosco di Torino
News
IVREA

In coma per lo scherzo di Carnevale. La mamma: «Chi ha visto ora parli»

L’appello su Facebook a eventuali testimoni: «Fatevi avanti»

«Se qualcuno ha visto cosa è successo giovedì sera a Demis si faccia avanti e parli. Questa è una supplica che faccio da mamma disperata che vuole salvare almeno la buona fede del figlio». Demis Rossetto è ancora ricoverato al San Giovanni Bosco, in coma, le sue condizioni stabili ma gravi. E mentre lui lotta per la vita, la madre ha rivolto un appello sui social, invitando eventuali testimoni a farsi avanti. Demis Rossetto è il 38enne che è stato ferito giovedì notte a Ivrea, in via Circonvallazione, non lontano dalle giostre allestite per il Carnevale. Secondo quanto ricostruito dagli agenti del commissariato a colpirlo è stato un 29enne di Borgofranco d’Ivrea, al termine di una lite che sarebbe stata causata da uno scherzo di carnevale. Rossetto infatti si sarebbe avvicinato brandendo un manganello finto ma il 29enne avrebbe invece pensato a un reale tentativo di rapina e avrebbe reagito con un pugno al volto che ha fatto cadere Rossetto e battere la testa al suolo con violenza. Una ricostruzione che però non convince la mamma di Rossetto: «Chi vuole aggredire non si gira lateralmente per andarsene e si becca un pugno – scrive su Facebook – l’aggressore non è certo lui ma sappiamo la dinamica dell’aggressione e la legge provvederà ad indagare a fondo. Ho fiducia nelle forze dell’ordine e sono sicura che faranno tutto per appurare la verità. Mio figlio è gravissimo, qualcuno non ha nulla». In assenza di testimoni, solo Rossetto, se e quando si risveglierà, potrà eliminare tutti i dubbi.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Rubriche
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo