VIA CERNAIA

Collaborazione tra i clochard e il barista. «Mi aiutano e io offro loro la colazione»

Enzo e Paolo hanno perso il lavoro e la casa: «In cambio di piccoli incarichi non dormiamo al freddo»

“Pernottamento” in dehor con colazione inclusa ogni mattina in cambio di un piccolo aiuto a montare e smontare i tavoli e gettare la spazzatura. È una bella collaborazione, decisamente anomala, quella che negli anni è venuta a crearsi tra il titolare del bar Notradamus di via Cernaia 30, Christian Longo, e due clochard che dimorano da tempo sotto i portici, davanti al suo locale. Paolo Pessot, 48 anni, originario di Nizza Monferrato, ha perso il lavoro in una fabbrica ad Asti dopo 16 anni di servizio ed è finito a vivere per strada. Dopo aver frequentato innumerevoli dormitori, negli ultimi anni ha preferito le arcate di via Cernaia e ora cerca di rendersi utile come può: «Aiuto Christian a predisporre i tavoli, vado a buttare i sacchi dell’immondizia nei cassonetti. Cerco di dare una mano, in cambio lui mi offre ogni mattina il caffè e la brioche».

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single