ClochardCantine
Cronaca
VIA BANFO

Clochard padroni delle cantine: «Dormono anche nel cortile»

La segnalazione dei cittadini. Replica Atc: «Presto interventi manutentivi»

La porta del condominio è rotta, tanto che aprirla ed entrare nel cortile è diventato da tempo un gioco da ragazzi. Un guaio segnalato dalle famiglie delle case popolari di via Banfo 3, soprattutto da quando i clochard hanno preso il “vizio” di entrare e uscire dallo stabile a tutte le ore del giorno e della notte. Trasformando gli spazi comuni in un dormitorio a cielo aperto. Comprese le cantine del palazzo, danneggiate a più riprese dagli incivili che non hanno risparmiato nemmeno gli infissi.

«Hanno spaccato anche le porte – racconta una residente -, per andare a dormire. È una situazione surreale, ci fanno i dispetti. Abbiamo tutte le buche delle lettere rotte». Materassi e coperte si trovano anche nel cortile, dove l’illuminazione è carente. I cittadini hanno già allertato le forze dell’ordine e la stessa Atc, chiedendo al più presto dei provvedimenti. «Siamo a conoscenza delle segnalazioni dei cittadini, pervenute attraverso il numero verde – spiegano da corso Dante -, e interverremo al più presto. Siamo infatti in attesa di formalizzare l’affidamento degli interventi manutentivi in alcune zone ad una nuova ditta che si è aggiudicata l’appalto».

Già effettuato, intanto, un sopralluogo di verifica da parte dei tecnici. A breve, inoltre, inizieranno anche i lavori – già in previsione – di revisione complessiva dell’impianto di illuminazione dell’area cortile che coinvolge via Banfo e tutte le scale di corso Vigevano. « L’ultimo intervento di manutenzione importante – concludono da Atc -, era stato eseguito a seguito di un incendio sviluppatosi nelle cantine ad aprile dello scorso anno, quando furono ritinteggiate le scale e riparate le serrature rotte».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo