Il governatore Alberto Cirio
News
L’annuncio

Cirio: “In Piemonte saranno i medici di famiglia a contattare gli assistiti per i vaccini”. Si parte il 21 febbraio

Il presidente della Regione a Sky: “Niente prenotazioni su piattaforma”. Nel pomeriggio definito il piano della Fase 2

In Piemonte saranno i medici di famiglia a contattare gli assistiti con più di 80 anni e a dar loro indicazioni su come, quando e dove vaccinarsi contro il Covid-19. Lo anticipa il presidente della Regione, Alberto Cirio, a Sky.

“Gli over 80 saranno chiamati dai loro medici, non dovranno registrarsi su piattaforme che rischiano di andare in tilt, come ad esempio è successo a Roma”, le parole del governatore che ha spiegato come la partenza della nuova fase della campagna vaccinale sia prevista ai primi di marzo: “Il completamento della fase 1 sui sanitari è previsto entro il 28 febbraio, subito dopo partiremo con le altre categorie a rischio”.

Le vaccinazioni, in ogni caso, non avverranno negli studi medici, anche a causa delle difficoltà di conservazione dei vaccini Pfizer e Moderna. “Ci sono poco meno di un milione di persone da vaccinare in Piemonte in questa fase, circa 400mila over 80 e il resto over 70″, la precisazione di Cirio. 

La grande incognita, anche per il presidente, è rappresentata dalle disponibilità delle dosi: “Siamo costretti a rivedere il piano, ma dobbiamo avere certezze. Se non arrivano i vaccini o se dovessero esserci altri ritardi, non si potrà rispettare alcun piano. Purtroppo è arrivata la doccia fredda dell’Aifa, che ha sconsigliato i vaccini agli over 55, ma siamo pronti lo stesso”.

AGGIORNAMENTO – INIZIO CAMPAGNA VACCINALE OVER 80 IL 21 FEBBRAIO

In seguito, nel pomeriggio, si è svolto un incontro per la riorganizzazione della campagna vaccinale in Piemonte e l’avvio della Fase 2 sugli over 80, a cui hanno preso parte anche il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi, insieme ai commissari dell’Unità di crisi Vincenzo CoccoloEmilpaolo Manno e Antonio Rinaudo.

È stato definito che l’avvio della vaccinazione sugli over 80 sarà domenica 21 febbraio, in concomitanza con il completamento della Fase 1 prevista per legge per i dipendenti del sistema sanitario e gli ospiti e gli operatori delle RSA.

“Dal momento che l’Aifa ha dato una indicazione di utilizzo dei vaccini di AstraZeneca per la fascia d’età 18-55 anni li useremo per completare la Fase 1 e il suo ampliamento sui soggetti che non sono ancora stati vaccinati – spiega l’Unità di crisi della Regione Piemonte -. Per la vaccinazione degli over 80 verranno utilizzate, invece, le dosi di Pfizer e Moderna e partiremo il 21 febbraio con il supporto organizzativo dei medici di famiglia”.

I dettagli saranno presentati giovedì alle 14 con una videoconferenza stampa. Domani invece è in programma un incontro tra il Governo e le Regioni per definire i criteri di distribuzione delle prossime consegne e i target della popolazione a cui destinarle.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo