Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio (foto Tonino Di Marco).
News
L’intervento a Sky Tg24

Cirio: “Dal 4 maggio maggio il ritorno alla nuova normalità: meno burocrazia, misure uniche per il Nord-Ovest”

Il presidente della Regione Piemonte fa il punto della situazione sull’emergenza: “La prossima settimana ci aspettiamo meno contagi”

Per Alberto Cirio il prossimo 4 maggio sarà la data “del ritorno alla nuova normalità. Nella prossima settimana, però, ci attendiamo che i medici certifichino che, in riferimento ai nuovi contagi, stiamo andando nella direzione giusta”.

Il governatore del Piemonte parla a Sky Tg24 e fa il punto della situazione sull’emergenza: “In questo momento abbiamo 250 pazienti in terapia intensiva, nella fase del picco siamo arrivati ad averne oltre 450. Facciamo una media di 6-7mila tamponi al giorno, è la strada corretta ma solo la scienza ci potrà dire se si può riaccendere tutto”.

Quindi sulla necessità di snellire le procedure: “Abbiamo messo in quarantena le persone, ora dobbiamo mettere in quarantena le burocrazie. Le partite Iva che devono riaprire domani hanno bisogno di soldi domani, le famiglie che devono mangiare oggi hanno bisogno di soldi oggi”.

Infine sulla cabina di regia con Fontana, Bonaccini e Musumeci: “Finalmente l’interlocuzione col governo è diventata preventiva, adesso mi auguro vengano fatte scelte omogenee. I primi Dpcm, ad esempio, erano divisi per provincia, mentre per la fase 2 c’è bisogno di misure omogenee, almeno per il Nord-Ovest

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo