cirio volantino aldo moro
News
Sulla vicenda indaga la Digos

Cirio come Aldo Moro: volantino shock contro il governatore del Piemonte

I manifesti sono spuntati oggi nei pressi del centro sociale Askatasuna

Intimidazioni al governatore del Piemonte, Alberto Cirio. E’ successo oggi a Torino, dove, nei pressi del centro sociale Askatasuna, è apparso un volantino nel quale il numero uno della Regione è ritratto al posto di Aldo Moro nello scatto in cui fu immortalato quando venne rapito (e poi ucciso) dalle Brigate Rosse.

Il manifesto non è firmato, ma campeggia soltanto la scritta: ‘I cosplayer che vogliamo’. Sulla vicenda sta indagando la Digos.

SOLIDARIETA’ AL GOVERNATORE

“Le vergognose intimidazioni rivolte ad Alberto Cirio non fermeranno il suo lavoro. I cittadini di Torino e del Piemonte sanno riconoscere le persone per bene e prendere le distanze da chi predica violenza. Coraggio Alberto, non sei solo” ha scritto su Twitter la vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, Mara Carfagna.

Tutto il gruppo Lega Salvini Piemonte esprime la sua “più irremovibile condanna per i manifesti apparsi nei pressi del centro sociale Askatasuna e che ritraggono il presidente Alberto Cirio con le sembianze di Aldo Moro nel covo delle Brigate Rosse – si legge in una nota -. Al governatore va la nostra più completa solidarietà. Dopo i proiettili inviati a un giudice del nostro Tribunale di Sorveglianza si tratta del secondo infame atto intimidatorio in due giorni. Una escalation preoccupante che lascia intravvedere una chiara strategia eversiva che si richiama a un periodo tetro come quello degli anni di piombo. Una regia che impone interventi radicali, a iniziare dallo sgombero di quei quartier generali della violenza che sono i centri sociali”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo