tori
News
SAN GILLIO

Cinque tori da rodeo in fuga: blindata la zona della Mandria

In attesa della cattura è stata chiusa anche la circonvallazione intorno al parco

Alcuni giorni fa cinque tori da rodeo sono scappati dalla Cascina San Lorenzo di San Gillio e si sono rifugiati nella boscaglia che si allarga tra San Gillio, Druento e La Cassa. Per questo il Comune di Druento ha emesso un’ordinanza di divieto temporaneo di transito a chiunque, in Strada di circonvallazione della Tenuta della Mandria (Strada Serviglia). Di conseguenza l’Ente Parco La Mandria ha chiuso l’ingresso della Bizzarria. Gli altri passaggi dell’area protetta sono regolarmente aperti. Da alcuni giorni decine di uomini stanno cercando di catturare gli animali, ma non è un’operazione facile, anche perché un esemplare di toro della Camargue da rodeo pesa 4 o 5 quintali e, se spaventato, può essere pericoloso. Al momento tutti i tentativi di recupero sono falliti e oggi si terrà un tavolo in prefettura per capire quali provvedimenti adottare. «Come amministratori siamo molto preoccupati – spiega il sindaco di Druento, Carlo Vietti – anche perché questi animali si muovono su una zona molto vasta difficile da controllare, nonostante tutti gli sforzi che stanno facendo le amministrazioni». In prefettura saranno prese in cosiderazione tutte le possibilità, ma quella che si vuole scongiurare è l’abbattimento degli esemplari che, quando saranno individuati, potrebbero essere addormentati con una pesante dose di sonnifero sparata con una carabina. Sembra escluso, invece, il tentativo della “giumenta”, cioè quello di far inseguire dai tori una mucca in calore fino ad un luogo sicuro. Dopo la dose soporifera, gli animali saranno caricati su camion e trasportati rapidamente, prima che passi l’ effetto anestetico, nei recinti da dove sono fuggiti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo