Cinghiali
News
COLLINA

I cinghiali devastano i bidoni: in collina sono sempre di più

Famiglie a spasso con i cuccioli: il caso segnalato alla Città Metropolitana

Arriva dalla collina con passo rapido, fino al momento in cui l’odore di cibo proveniente da un bidone dell’immondizia non rallenta la sua andatura. Il grosso animale, un cinghiale, svolta improvvisamente e punta un cancello al civico 350 di strada comunale San Vito Revigliasco. Le immagini vengono riprese da una telecamera, il filmato dura un’oretta buona e vede l’ungulato spostare rapidamente la sua attenzione verso i raccoglitori. A un certo punto, forse spinto dalla fame, li rovescia tutti per terra. I sacchetti pieni di avanzi di cibo fuoriescono dalle pattumiere e l’animale, apparentemente spaventato, scappa uscendo dall’inquadratura dell’occhio elettronico. Ma passano due minuti ed ecco l’immagine focalizzarsi di nuovo sul cinghiale.

Dalle 3 alle 4 di notte addenta il cibo e pasteggia con goduria. Di auto a quell’ora, del resto, è difficile vederne passare. Al mattino tocca poi ai custodi l’ingrato compito di pulire il marciapiede, trasformato in un letamaio. Un episodio, l’ennesimo, in una zona dove i cinghiali hanno preso piede.

Nelle ultime settimane gli avvistamenti si sono moltiplicati. C’è chi ne ha visti persino una decina (tra genitori e cuccioli) risalire il sentierino della Maddalena. Non hanno mai fatto male a nessuno ma il loro numero sembra in aumento. Non a caso la Città Metropolitana si è dotata di un piano di controllo finalizzato alla riduzione della specie con il raggiungimento di un livello compatibile con le caratteristiche ambientali, le esigenze di gestione del patrimonio zootecnico, la tutela del suolo e delle produzioni zootecniche, la prevenzione dei rischi. Al Piano viene data attuazione attraverso il “Programma per il controllo del cinghiale”, redatto annualmente analizzando i dati relativi ai danni all’agricoltura e agli incidenti provocati dall’ungulato.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo