cinghiale cavoretto
News
COLLINA

Cinghiale ucciso a Cavoretto: «Aprite subito un’indagine»

Il “Tavolo Animali & Ambiente” scrive a Città Metropolitana e Comune di Torino

La vicenda del cinghiale ucciso giovedì scorso a Cavoretto con un colpo di pistola, in strada dai Ronchi ai Cunioli Alti, è tutt’altro che chiusa. Almeno per il “Tavolo Animali & Ambiente”, costituito dalle associazioni animaliste e ambientaliste Enpa, Lac, Lav, Legambiente L’aquilone, Lida, Oipa, Pro Natura e Sos gaia che ha chiesto subito l’apertura di un’indagine per identificare chi ha sparato ad un animale selvatico, peraltro nei pressi delle abitazioni, in aperta violazione delle norme di legge vigenti.

«Sollecitiamo sia la Città Metropolitana che il Comune di Torino – spiegano -, ognuno per la parte di propria specifica competenza, a considerare le proposte di intervento sul contenimento dei cinghiali presentate dalle nostre associazioni». Il Tavolo, per evitare il ripetersi di simili episodi, invita tutti i cacciatori ad appendere i fucili al chiodo e a cercare di realizzare strategie volte «alla pacifica convivenza con gli esseri senzienti e con l’ambiente».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo