Ladro di bici in manette. E' successo a Torino (foto depositphotos)
News
IL CASO

Ciclabili, zone 20 e stop strisce blu: la bicicletta nella Torino del futuro

Piano da 2 milioni di euro. Appendino: «Ripensare la mobilità, le auto in secondo piano»

La Torino del futuro parlerà meno di auto e più di biciclette. Ne è convinta la sindaca di Torino, Chiara Appendino, che ieri ha ribadito, ancora una volta, il concetto. «È impensabile – ha spiegato -, che d’ora in poi tutti utilizzino l’auto privata. Questa emergenza ci porterà ulteriormente a cambiare la nostra mentalità e le nostre abitudini». Spazio dunque alle piste ciclabili, ai monopattini elettrici, alle nuove zone 20 e stop all’estensione delle strisce blu dirottando i fondi per realizzare spazi di sosta per i mezzi di mobilità dolce, privati o in sharing.

Un progetto che entrerà nel vivo nelle prossime settimane, in linea con il piano per la mobilità della Fase 2 dell’emergenza coronavirus. Notevole il costo: due milioni di euro, di cui la metà autofinanziati da Palazzo Civico. E di cui 1,7 per la realizzazione della nuova segnaletica.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo