impianti sciistici gn
Cronaca
IL CASO

Chiudono gli impianti sciistici: «Lontani i numeri pre-Covid»

A Pasqua piste aperte solo a Prali. Per Vialattea e Bardonecchia è tempo di bilanci

Solo Prali non si arrende. Nel fine settimana di Pasqua, in provincia di Torino si potrà sciare solo in Val Germanasca. Tutti gli altri comprensori hanno alzato bandiera bianca di fronte al caldo che ha sciolto la poca neve caduta in stagione, compresi anche i due colossi della Val di Susa. Bardonecchia e la Vialattea infatti hanno chiuso domenica, dando appuntamento a tutti non a dicembre ma a giugno, quando alcuni impianti riapriranno per la bella stagione. Ovviamente senza sci ma con scarpe da trekking o mountain bike.

Dopo la stagione 2020-2021 completamente saltata per la pandemia, il ritorno in pista è stato salutato con sollievo, anche se i livelli di presenza pre-Covid per ora restano lontani. «Solo a Sestriere abbiamo contato le stesse presenza e forse pure qualcosa in più – spiega Giovanni Brasso, presidente della Vialattea – Anche Sauze ha tenuto abbastanza ma a Cesana, Claviere e Sansicario i numeri sono stati inferiori». Colpa ancora del Covid ma anche dello scarso innevamento. «Le piste più basse hanno patito – conferma Brasso – se il meteo resterà questo, dovremo sicuramente intervenire sull’innevamento programmato». Per ora però, le spese che preoccupano sono altre: «I rincari di gasolio e energia rischiano di metterci in seria difficoltà. Se saranno confermati, temo che saremo costretti ad aumentare il prezzo dei giornalieri». Moderatamente soddisfatto anche Alessandro Perron Cabus di Abc Group: «Gli hotel sono andati molto bene – spiega – sono stati pieni in quasi tutta la stagione. Meno bene invece bar e rifugi, forse perché il sole invogliava a stare più all’aperto che al chiuso».

Un bilancio simile arriva anche da Bardonecchia. «Abbiamo lavorato meno che nel 2019 – spiega Enrico Rossi, direttore commerciale di Colomion – soprattutto per il calo delle settimane bianche e del turismo scolastico, ancora fermo per il Covid. La chiusura prima di Pasqua era già nei programmi, poi il clima e la mancanza di turisti di sicuro non hanno contribuito a farci cambiare idea».

L’appuntamento adesso è fissato per l’estate. Il 20 luglio – e fino a fine agosto – è in programma la riapertura di due impianti a Sauze d’Oulx e a Sestriere. A Bardonecchia invece la data segnata in rosso sul calendario è quella del 2 giugno, con la riapertura nei fine settimana anche del Bike park.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo