Martor
News
IL CASO. La storica impresa di componentistica di Brandizzo

Chiude anche la Martor. In 117 rischiano il posto a pochi giorni da Natale

Solo 45 potrebbero essere assorbiti dalla T.erre. La Fiom: «Ormai è uno stillicidio inesorabile»

Chiusura all’orizzonte per la Martor di Brandizzo, storica azienda della componentistica, che lascerà a casa 117 dipendenti, che da mesi sono in contratto di solidarietà. Lo ha riferito ieri la Fiom Cgil dopo l’incontro che si è svolto mercoledì all’Unione Industriale di Torino. L’azienda ha comunicato ai sindacati di aver depositato presso il Tribunale di Ivrea domanda di concordato in continuità, ma con l’intenzione di cessare l’attività. L’azienda produce tubi di varie tipologie per il settore auto, veicoli industriali ed agricolo. Secondo quanto riferito dalla Fiom, u n’azienda del modenese, la T.erre del Gruppo Borghi, si è detta disponibile ad affittare un ramo d’azienda Martor, garantendo però l’occupazione solo per 45 addetti complessivi.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo