trattori protesta nucleare
News
CARMAGNOLA

Chiesa, agricoltori e politici alleati per dire no al nucleare

La manifestazione di domenica “accompagnata” da 150 trattori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Non sono disposti a cedere senza far sentire le proprie voci. Perché il terreno che la Sogin ha inserito tra quelli papabili per ospitare il deposito nazionale di scorie radioattive, per molti è vita e lavoro. Lo hanno dimostrato domenica mattina a Casanova, frazione di Carmagnola, gli allevatori, gli agricoltori e tutti coloro che lavorano nell’indotto, percorrendo con oltre 150 trattori i confini dell’area.

Una marcia pacifica sostenuta dai politici locali. Il sindaco Ivana Gaveglio, con la sua giunta e parte del consiglio comunale, in prima linea accanto ai parlamentari piemontesi (tra questi Augusta Montaruli, Maurizio Marrone, Osvaldo Napoli, Daniela, Roberta Ferrero) al presidente del consiglio regionale Stefano Allasia e al consigliere regionale ed ex sindaco di Villastellone Davide Nicco. Dopo la proroga dei tempi per la presentazione delle osservazioni perorata in Parlamento dalla deputata Ruffino, ora un altro piccolo tassello si aggiunge alla difesa del territorio.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo