TruffaMasc
News
CIRIÈ L’anziana è caduta nella trappola del truffatore

«C’è una fuga di gas», novantenne derubata: spariti soldi e gioielli

E’ stata convinta a mettere gli ori nel frigo, sono stati i vicini di casa a dare l’allarme

Ha aperto la porta di casa a quello che si è spacciato come un tecnico del gas e che invece era uno dei tanti truffatori che non ha avuto pietà di lei, una pensionata di 92 anni derubata di gioielli e 10mila euro in contanti.

Con ogni probabilità, anche secondo gli investigatori, si è trattato di un colpo studiato sotto ogni punto di vista, nei dettagli, perché chi ha agito sapeva perfettamente che in via San Maurizio a Cirié vive una donna anziana, sola e che in casa poteva disporre di una elevata quantità di denaro liquido.

Mettere a segno il colpo, poi, è stato un gioco da ragazzi. Nei giorni scorsi, il malvivente si è presentato alla porta di casa spacciandosi per un tecnico della società fornitrice del gas: «Signora c’è una fuga in atto. È scattata la procedura di emergenza. Mi deve seguire e deve fare ciò che le dico di fare, così sarà tranquilla».

Dopo averla rassicurata per una decina di minuti buoni, la donna ha deciso che poteva fidarsi di questa persona e purtroppo ha assecondato il malvivente in tutto e per tutto. Anche quando le è stato detto di prendere tutti gli oggetti preziosi e i soldi e di metterli nel frigorifero: «Signora, qui saranno al sicuro. Il frigo non può essere contaminato dal gas, è come se li mettesse nella cassaforte».

Frasi senza senso ma che, dette in un momento concitato e ad una persona anziana, hanno fatto colpo, tant’è che la donna ha fatto esattamente quello che il malvivente le ha detto di fare. L’uomo poi le si è avvicinato e le ha detto di controllare in casa «se sente ancora puzza di gas», prima di invitarla ad andare nel salone. «Fra qualche minuto potrà fare ritorno in cucina e potrà riprendere i soldi che sono nel frigo».

L’anziana ha continuato a seguire alla lettera i consigli del finto tecnico del gas. Ma cinque minuti dopo, l’amara scoperta: il tecnico ovviamente non c’era più e con lui i risparmi e i ricordi di tutta una vita.

La donna ha chiesto subito aiuto e i vicini hanno chiamato il 112. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno raccolto la denuncia di rito e ora sono alla ricerca di questo professionista della truffa che, con molta probabilità, ha già agito in zona. E, se non fermato, continuerà a farlo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo