Mompha
Buonanotte

Caviale e woo-doo

Ieri passato, oggi futuro, in chiave immigrazione. Sapete qual è la nazione più popolosa dell’Africa? La Nigeria, con 200 milioni di abitanti. Quasi il quadruplo dell’Italia (59 milioni). Il fatto è che l’ultima volta in cui Italia e Nigeria avevano pari abitanti non è lontano. Era il 1970, e ne avevano entrambe 56 milioni. Nel 2000 noi 58 milioni, loro 122. Gli studi demografici dicono che nel 2100 (anno in cui sarà viva la maggior parte dei bebè di oggi), la Nigeria avrà 800 milioni di abitanti, buona parte dei quali si riverserà per il mondo, come già capita da anni. E non sono dei bingobongo turulu: sono metà cristiani e metà mussulmani, ma la parte islamica (sunnita) è radicale e pericolosa.

Hanno la mafia più temibile di tutto il continente nero (che da noi già oggi domina il mercato dello spaccio) e sono abilissimi nell’informatica ‘malvagia’, cioè nei furti e ricatti telematici, hackeraggio, phishing, ecc. Uno dei più ricchi nigeriani è Ismailia Mustapha, detto Mompha, 42 anni, ceo del Lagos Bureau De Change, che sfoggia uno stile di vita lussuoso, e ai suoi 1,1 milioni di followers mostra le sue trasferte negli Emirati col figlio sul suo jet privato, si fa fotografare con in mano pacchi di banconote, tra leoni e tigri. Con un patrimonio di 15 miliardi di dollari in Italia sarebbe al terzo posto dietro a Ferrero (33,3) e Del Vecchio (32).

Domanda: avete mai visto questi ultimi sui social? Sapreste riconoscerli per strada? No. Praticano l’understatement. Ma anche questo sarà scomparso nel 2100. Perché l’Africa sarà pure la culla dell’homo erectus, ma culturalmente è un popolo bambino, che non resiste a vantarsi di ricchezze per troppi millenni sognate. Saremo pieni di gente così. Ditelo, ai lattanti.

collino@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo