torino caselle ritardi gn
Cronaca
IL CASO

Caselle, 21 voli annullati per sciopero: lunghe attese per i turisti in partenza

Nonostante le cancellazioni fossero largamente annunciate, alcuni viaggiatori sono stati colti di sorpresa

«È stata proprio una “bella” sorpresa». È ovviamente ironica Marian, nel commentare lo sciopero dei controllori che ha fatto sì che il suo volo per Monaco slittasse di oltre due ore. In attesa di poter procedere con il check in, la donna racconta: «Io e mio marito siamo di ritorno a casa da una vacanza, lo sciopero è una seccatura, ma anche in Germania la situazione non è delle migliori». La coppia poi è da considerarsi fortunata. Il loro volo infatti è solo slittato, ma non è stato cancellato. Sono 21, in totale, i voli salatati in partenza o in arrivo all’aeroporto di Torino Caselle per lo sciopero dei controllori di Enav e dei piloti di alcune compagnie low cost. Nel dettaglio, si tratta di undici viaggi in partenza e altrettanti in arrivo. Il primo volo a saltare è stato quello delle 13.45 con destinazione Siviglia. Hanno seguito a ruota: Barcellona, Bari, Valencia, Lamezia Terme, Alghero e poi ancora Barcellona, Cagliari, Catania e Roma, quest’ultimo alle 19.15. Si è salvato il volo per Cagliari del primo pomeriggio, pur registrando un lieve ritardo. Cancellati anche i voli in arrivo dalle stesse città e dall’isola di Corfù. «I viaggi cancellati allo scalo torinese sono di Ryanair, Wizz Air, Vueling e Ita» fanno sapere dallo scalo. «La comunicazione dello sciopero è stata diramata con largo anticipo» sottolinea Rita Pucci, responsabile della comunicazione Torino Airport -. Alcuni voli sono stati spostati oltre la fascia oraria interessata dallo sciopero. Vale a dire dopo le 18. In ogni caso, l’aeroporto di Caselle offre la massima assistenza ai passeggeri che subiscono i disagi». Alcuni nel pomeriggio di ieri si aggiravano alle partenze con aria spaesata. «Non abbiamo ricevuto alcuna mail di annullamento del volo» fa sapere Alessia, in partenza per Catania. La donna stringe il trolley e si guarda intorno in cerca di risposte dai tabelloni: «Non sappiamo cosa fare» aggiunge. Generalmente spetta alle compagnie aeree avvisare i propri viaggiatori di eventuali cambi di orario ma, «in alcuni casi, pare sia stato comunicato solo un cambio di gate e non l’annullamento del volo», spiega il personale dello scalo, che tutti i giorni ha a che fare con i disagi dei passeggeri. «Viaggiamo con Easyjet e ci è appena arrivato un messaggio in cui ci viene detto che il nostro volo è stato rimandato» racconta Riccardo. «Dovevamo partire per Olbia alle 19 – gli fa eco Diana -, ma il volo partirà non prima delle 21 di questa sera». Al momento di questo scambio di battute l’orologio nel salone delle partenze segna le 14.05. I ragazzi hanno ancora sette ore di attesa davanti. C’è poi un papà diretto a Tokyo insieme ai figli. Il suo volo di scalo a Francoforte in programma per le 8 del mattino è stato cancellato. Parla un inglese stentato, i ragazzi si appoggiano annoiati alle valigie e insieme aspettano. Prima o poi anche il loro volo partirà.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo