nevicata gn
Cronaca
CHIERI

Case popolari sotto i 15 gradi: «Dobbiamo capire il perché»

Residenti e Comune lanciano l’allarme. Atc: «Test a campione negli alloggi»

Fuori la neve, dentro il gelo: è la situazione che vivono tanti abitanti di Chieri, a partire da chi vive nel quartiere popolare delle Maddalene.

Gli abitanti lo avevano segnalato già nei giorni scorsi ma all’Atc non risultavano segnalazioni. Ora risultano telefonate a raffica, con l’aggiunta di messaggi e foto che documentano come il termometro sia sceso addirittura sotto i 15 gradi all’interno degli appartamenti: «Ci risultano difficoltà alle Maddalene ma anche in altri quartieri popolari, come via Monti e via Guarniero – riporta il sindaco Alessandro Sicchiero – Per fortuna non sono tutti al freddo, altrimenti parleremmo di centinaia di persone».

Questo fa pensare che non sia un problema della caldaia che rifornisce le otto palazzine delle Maddalene che non sono collegate al teleriscaldamento: «Quindi ipotizziamo che si tratti di guai localizzati degli alloggi».

Atc ha la stessa ipotesi e per questo, dopo le ultime segnalazioni, si è attivata: «Sono partite delle squadre per fare test sulle caldaie e controlli a campione negli appartamenti. Al momento non è chiaro a cosa siano dovuti questi disagi, in modo da poterli risolvere».

Sicchiero, però, vorrebbe che il problema venisse superato in modo definitivo. Per questo punta il dito contro l’Atc e contro un sistema che mette tutti in grave difficoltà: «Purtroppo parliamo di un tema ricorrente, dovuto alle difficoltà di gestire le case popolari e fare la dovuta manutenzione. E non riguarda soltanto Chieri: è qualcosa di strutturale perché dobbiamo fare i conti con un ente che è carente per tanti motivi. A partire dal fatto che sarà sempre in difficoltà economica se le sue entrate principali sono gli affitti di persone in grave difficoltà economica».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo