penitenziaria
News
Si rischia la chiusura immediata del penitenziario

Il carcere di Ivrea al gelo da una settimana: “Inviate gli ispettori”

La denuncia dell’Osapp: “Nessun intervento nonostante le segnalazioni”. Appello al ministro Bonafede

Da circa una settimana il carcere di Ivrea è completamente al gelo. A nulla sono valse le segnalazioni del sindacato agli Uffici superiori che, ad oggi, non sono ancora intervenuti. A dare la notizia è l’Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Segretario Generale Leo Beneduci.

“Le condizioni del carcere di Ivrea dovrebbero essere maggiormente oggetto di verifica da parte degli organi centrali dell’Amministrazione Penitenziaria considerato che ad oggi gli organi regionali sembrano completamente disinteressarsi anche in considerazione del grave stato di abbandono e del completo “caos” organizzativo dell’istituto che, come più volte denunciato è senza direttore e senza comandante titolare. Peraltro – sottolinea Beneduci – ancora permangono nella struttura penitenziaria dissidi per il mancato impiego delle figure che, in base alle regole e agli accordi vigenti tra le parti dovrebbero essere adibite alle funzioni di Sorveglianza Generale“.

“Ci appelliamo, dunque, alle Autorità Politiche e al Guardasigilli Bonafede affinché invii a Ivrea ispettori ministeriali per una capillare ispezione tesa ad accertare quanto rilevato e se del caso disporre anche la chiusura immediata del carcere. Se l’Istituto ancora, in piena emergenza Covid, riesce a garantire il servizio pubblico di sicurezza – conclude il segretario Osapp – è solo per lo spirito di abnegazione e sacrificio degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo