carcere
Cronaca
LA DENUNCIA

Carcere di Torino, violenza senza fine: detenuto aggredisce agente con schiaffi e sputi

La vittima dell’aggressione ha riportato un trauma cranico

Ancora violenza nel carcere di Torino. Martedì pomeriggio, nel Padiglione C, un detenuto straniero di 24 anni, ha prima spintonato un agente che stava aprendo la porta blindata della cella, poi lo ha colpito con uno schiaffo, infine gli ha sputato in faccia. Solo l’intervento di altri agenti ha evitato il peggio. La vittima dell’aggressione è stata accompagnata al pronto soccorso e dimessa con cinque giorni di progrosi per trauma cranico.

Nella stesso giornata, il personale di polizia penitenziaria addetto al settore colloqui familiari detenuti ha bloccato l’introduzione all’interno del penitenziario di circa 15 pastiglie di subutex e circa 150 grammi di fumo.

“Il problema del carcere di Torino è divenuto, cronico serio e preoccupante – denunciano le sigle sindacali del comparto sicurezza Polizia penitenziaria SAPPE, SINAPPE, OSAPP, UILPA P.P., USPP, FSN CISL, C.G.I.L.P.P. F.P e FSA CNPP -. Il personale è stanco di subire invettive e assalti dai detenuti, che ormai paiono fuori controllo. Bisogna intervenire prima che accada qualcosa di irreparabile”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo