penitenziaria
Cronaca
LA DENUNCIA

Carcere di Torino, detenuto aggredisce e prova a strangolare agente

Il segretario generale Osapp Beneduci: “Situazione sempre più drammatica”

“La situazione è sempre più drammatica”. Si sfoga così Leo Beneduci, segretario generale dell’Osapp, Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, dopo l’ennesimo episodio di aggressione ai danni di un agente da parte di un detenuto, avvenuto nei giorni scorsi.

L’AGGRESSIONE
L’uomo in questione, con evidenti problemi psichiatrici, già dieci giorni si era fatto notare dopo aver dato una testata ad un ispettore. In questi giorni ha quindi attaccato un agente della polizia penitenziaria, colpendolo con calci e pugni e infine provando anche a strangolarlo. Immediati i soccorsi: il poliziotto che è stato accompagnato in ospedale, dove è stato dimesso con una distrazione rachide cervicale.

“SITUAZIONE DRAMMATICA”
“Negli ultimi due mesi a Torino si sono verificate sempre più aggressioni al personale, che è dovuto più volte ricorrere alle cure ospedaliere – ha detto il segretario Beneduci parlando della situazione attuale nelle carceri -. Questi episodi confermano che un eccessivo ‘buonismo’ nella gestione di questi avvenimenti può mettere a repentaglio ordine, sicurezza ma soprattutto l’incolumità degli agenti, abbandonati a loro stessi di fronte ad un sovraffollamento della popolazione detenuta. Urge l’intervento immediato del ministro Cartabia“.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo