Motori

Car sharing: servizio in crescita ma il business è in rosso – CronacaQui

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Secondo Quattroruote il buco di bilancio delle aziende erogatrici del servizio ammonterebbe a 27 milioni 

Sappiamo che ormai la parola condivisione ha spodestato la parola possesso. Lo sanno anche i ragazzi appartenenti alla Generazione Z: i nati dopo il 1995. Sono sempre di più gli italiani che preferiscono il car sharing all’auto di proprietà e al taxi: 2 persone su 10 vi rinunciano per risparmiare.

Oggi il car sharing ha assunto una posizione rilevante: è considerato al pari dei mezzi pubblici (poco flessibili) e al taxi (più costoso) come alternativa per la…

[ad_2]

Leggi articolo completo

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo