strada settimo
Cronaca
STRADA SETTIMO

Cantieri nell’ex fabbrica abbandonata. Ma ora nessuno vuole il supermercato

La Circoscrizione 6 aveva dato parere negativo. Perplessi anche residenti e ambulanti

Nonostante il parere negativo dato dalla Circoscrizione 6, e la perplessità di residenti e commercianti, sono partiti i cantieri nell’ex fabbrica di strada Settimo (a due passi da piazza Sofia) che porteranno alla nascita dell’ennesimo supermarket. Una struttura di media grandezza, poco meno di mille metri quadri, che potrebbe portare nuova concorrenza al mercato coperto. «Ci sono tanti supermercati nel giro di pochi metri – spiega la presidente dei commercianti della Barca, Valeria Ciarlone -, di cui solo due su via Damiano Chiesa. Forse sono gli unici imprenditori a spendere sul territorio in questo momento, ma a essere sinceri avremmo sperato in altri progetti».

Dello stesso parere anche il presidente dell’associazione commercianti “Una finestra sul Regio Parco”, Michelangelo Gulli«Qui siamo tutti contrari al progetto – rincara Gulli -. Avremmo preferito qualche intervento legato alla cultura e allo sport, il quartiere ha effettivamente bisogno di molti servizi». Un piano di sviluppo dell’area a ridosso di piazza Sofia e del parco della Confluenza, compresa tra via Pellizza da Volpedo, via Cuoco e via Avondo, che non è stato apprezzato nemmeno dal centro civico. «Non siamo mai stati molto favorevoli all’apertura di un nuovo supermercato – replica il presidente della Circoscrizione 6, Valerio Lomanto -. Purtroppo, però, il nostro parere negativo è rimasto inascoltato».

Riqualificare la vecchia azienda che produceva prodotti per l’edilizia diventa importante per evitare occupazioni e degrado, ma per il centro civico oggi sembra altrettanto vitale salvaguardare un territorio in difficoltà. «Ci voleva una progettualità diversa – conclude Lomanto -, in grado di coinvolgere i cittadini, magari un centro polifunzionale o sportivo di cui si sente sempre la mancanza». Insomma un intervento che nasca dal basso e che abbia una ricaduta positiva sul territorio. Proprio come il nuovo centro del padel nato poche settimane fa nella vicina via Botticelli.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo