amministrative
Cronaca
PER TRE MUNICIPI

Candidati ai nastri di partenza: inizia la campagna elettorale

A Cuorgné, Trofarello e a Rivalta presentate nuove candidature

Si scaldano i motori per le amministrative autunnali. A Cuorgnè ad annunciare la sua candidatura a succedere al sindaco Beppe Pezzetto uscente, è l’attuale consigliera con delega alla cultura. Si tratta di Giovanna Cresto, 45 anni, laureata in Giurisprudenza e avvocato civilista. Da oltre 30 anni è impegnata nella parrocchia di San Faustino Martire in frazione Priacco. È stata vicepresidente del Consiglio di Circolo, Direzione Didattica Statale di Cuorgnè dal 2008 al 2014, vicepresidente della Pro loco dal 1997 al 2011 e vicepresidente dell’Associazione Storica Borgo San Faustino. Le intenzioni sono quelle di costituire una lista civica, anche se non vi è chiusura preconcetta verso i partiti. Anche a Trofarello è una donna a sciogliere per prima gli indugi lanciando la sua candidatura per il centrosinistra. È Laura Sandrone, 56 anni, sposata, ha due figlie. Laureata in filosofia, Sandrone ha un Dottorato di ricerca in Economia e da 20 anni è funzionario amministrativo dell’Università di Torino, dove ricopre il ruolo di responsabile Affari interni del Rettore. Guida la lista “Noi Trofarello”, espressione dell’area che comprende il Pd e le civiche “Progetto Paese” e “Movimento dei Cerini”. Ieri sera il primo incontro con i cittadini, in cui ha presentato squadra e programma riuniti sotto lo slogan #Esserecomunità. A Rivalta, infine, alfiere del centrodestra sarà Mauro Bange della Lega. Si pone alla guida di una coalizione formata, oltre che dal suo partito, da Fratelli d’Italia, Forza Italia (orfana di alcuni fuoriusciti) e dalla civica “Rivalta Ambiente”.

Ex dipendente del centro ricerche Fiat, conduttore di centrali a vapore, è nato a Torino, ma vive da sempre in paese con la moglie e la figlia. Già responsabile della Lega locale, il suo è un programma che pone al cenro l’ambiente, il risparmio energetico, salute e servizi e che nasce grazie a tre anni di lavoro ininterrotto sul territorio, nei gazebo e a contatto con i cittadini.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo