CampoFurto
Cronaca
CAMBIANO

Campo sportivo nel mirino: terzo furto ai nuovi gestori

La società di calcio ora sarà costretta a ricorrere alle telecamere

Tre furti in due mesi al campo sportivo: «Non sappiamo perché ci abbiano preso di mira, adesso installeremo un antifurto», spiega Massimo Massocco, presidente dell’A.C. Cambiano. È la società sportiva che ha appena preso le redini del campo comunale di via IV Novembre. E che è già stato visitato tre volte dai ladri, l’ultima un paio di notti fa: «Siamo rimasti lì fino alle 23 circa per organizzare la festa di sabato – ripercorre Massocco – Poi siamo andati via e ci siamo accorti del furto solo il pomeriggio dopo: non sappiamo se i ladri abbiano aspettato che spegnessimo le luci o se abbiano colpito in piena notte».

Purtroppo non ci sono telecamere che possano dare indicazioni. Di certo i banditi hanno agito con calma: «Le altre due volte hanno scavalcato la recinzione del campo e poi hanno forzato la porta del bar. Stavolta, invece, hanno tagliato la rete e divelto completamente la finestra: hanno addirittura messo un tavolo davanti per “lavorare” comodi».

Poi sono entrati e si sono messi all’opera: all’appello mancano le monete della cassa, una stampante, birre, bibite, caramelle, borsoni e il macinacaffè appena comprato per sostituire quello rubato durante la visita precedente. «Il bottino è sempre lo stesso – allarga le braccia il presidente della società sportiva, che ha sporto denuncia ai carabinieri – D’altronde non è che si possa prendere granché nel locale di un’associazione. Infatti il danno più grande è alla struttura».

Viene il dubbio che siano sempre gli stessi ladri ad aver preso di mira il nuovo A.C. Cambiano: «Non sappiamo, speriamo solo che non ricapiti più. Intanto lanciamo un appello alla gente della zona: chiamate sempre il 112 quando sentite rumori o vedete movimenti strani. Dobbiamo proteggere un bene comune».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo