Ufficiale: la Juve cede Muratore all'Atalanta.
Sport
Ecco gli obiettivi delle torinesi

CALCIOMERCATO. Torino, il futuro di Belotti resta sospeso. Juve, Allegri chiede Matic

Sempre calda, in casa granata, la strada che porta a Zapata, probabile sostituto del “Gallo”. Nel club di Vinovo il sogno è il centrocampista del Chelsea

Estate calda per le torinesi alle prese con le mosse di un calciomercato mai come in questa fase, particolarmente “rovente”. Se infatti la Juventus ha fretta di rimpiazzare Bonucci, fresco di trasferimento al Milan, il Torino si interroga ancora sul futuro che attende il “Gallo” Belotti.

RUGANI, BENATIA E CALDARA PER IL DOPO BONUCCI
Dicevamo della Juve. Difficile, che la società bianconera si metta alla disperata ricerca di un sostituto di Bonucci: con Barzagli, Chiellini, Benatia e il giovane Rugani in rampa di lancio, è probabile che si cerchi qualche ritocco. Sembrano esclusi, quindi, i vari Manolas e De Vrij, nomi circolati nelle prime ore del post-Bonucci. Serve, in ogni caso, un titolare pronto, di sicura affidabilità. L’idea è quella di far “rientrare” Caldara, destinato in un primo momento a un’altra stagione in prestito nell’Atalanta.

COME CAMBIANO GLI EQUILIBRI TATTICI
Con la partenza del centrale di Viterbo potrebbero, in ogni caso, anche cambiare gli equilibri tattici della squadra: non più una Juventus intenta ad attaccare gli spazi, anche grazie ai lanci di Bonucci, ma orientata nella gestione del possesso di palla. Proprio i 40 milioni incassati per la sua cessione alimenteranno almeno in parte l’assalto ai due sogni bianconeri di questa fase di mercato.

ALLEGRI PREFERISCE MATIC A MATUIDI
Il primo è Nemanja Matic, centrocampista del Chelsea, inseguito anche da Manchester United e Arsenal: un vero e proprio pallino di Allegri, che ha sorpassato nelle preferenze bianconere anche il francese Matuidi, difficile da raggiungere per i pessimi rapporti con il Paris Saint-Germain. Il serbo riesce a coniugare 194 centimetri di potenza con ottime qualita’ tecniche, il tutto concentrato in 35 milioni di euro, valutazione fatta dal club di Abramovic.

BERNARDESCHI E’ IL SECONDO OBIETTIVO
Il secondo obiettivo, ormai ad un passo, è Federico Bernardeschi, “promesso sposo” bianconero ma senza il consenso, almeno per ora, della Fiorentina. La trattativa prosegue, l’inserimento di Sturaro come contropartita tecnica da aggiungere ai 40 milioni di euro offerti potrebbe essere la mossa decisiva per sbloccare il trasferimento.

TUTTO RUOTA ATTORNO ALLA PERMANENZA DI BELOTTI
Sul fronte granata, invece, tutto ruota attorno alla permanenza di Belotti. Nel ritiro di Valtellina il “Gallo” è stato travolto dal calore del tifo granata. Ma la “deadline” proposta dal presidente Urbano Cairo per programmare il mercato non è stata ancora fissata e le pretendenti non mancano: Milan, Chelsea e Psg sono le tre società in grado di assecondare le richieste di Cairo, con i rossoneri in vantaggio rispetto ai rivali.

RISPEDITA AL MITTENTE L’OFFERTA DEL MILAN
L’ultima offerta, 40 milioni più Niang e Paletta, è stata rispedita al mittente: la trattativa per Paletta, complice anche l’arrivo in rossonero di Bonucci, è entrata nel vivo ma sarà svincolata da quella che coinvolge Belotti.

SEMPRE CALDE LE PISTE CHE PORTANO A ZAPATA E IMBULA
Sempre calde le strade che portano a Duvan Zapata, il probabile sostituto di Belotti o, in caso di permanenza del “Gallo”, la possibile spalla, e al centrocampista francese Imbula. Lo Stoke City esclude l’ipotesi prestito con diritto di riscatto e chiede 25 milioni per il cartellino del centrocampista: il Torino continua a trattare e potrebbe spuntarla alla distanza. Rischiando, però, di tergiversare e di perdere Donsah, in stand-by ma anche in fibrillazione per una conclusione che tarda ad arrivare.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo