torino
Sport
QUI TORO

Cairo scatena l’asta per vendere Bonifazi. Zaza-Iago, chi va via?

Cinque squadre a caccia del centrale difensivo

Il gioco di Urbano Cairo: scatenare un’asta e monetizzare il più possibile. Ecco la strategia per Kevin Bonifazi, che piace a mezza Serie A ma non al suo allenatore Mazzarri: è questo il paradosso del prodotto del vivaio del Toro, colonna della Spal dell’anno scorso e protagonista all’Europeo Under 21 ma ultima scelta per il tecnico di San Vincenzo. Tra infortuni e scelte tecniche, non gioca da metà settembre, così le strade si separeranno ancora. Questa volta, però, a titolo definitivo: per il club di via Arcivescovado si può sacrificare, con un’offerta dai 10 milioni in su verrà lasciato partire. E le pretendenti non mancano di certo: Semplici lo riabbraccerebbe volentieri a Ferrara, tutte le emiliane (Parma, Bologna e Sassuolo) lo hanno sondato, la Fiorentina lo tiene d’occhio da tempo ed è in pole position ma nelle ultime ore è l’Atalanta ad essersi mossa con più decisione.

IL DUELLO

Da Bergamo e da Gasperini, una piazza e un tecnico che puntano sui giovani, sono arrivati i segnali più chiari per il centrale: la trattativa può decollare, anche perché il patron Percassi è pronto all’investimento. Bonifazi partirà, ma a una condizione: prima, si aspetterà il rientro di Lyanco. Il brasiliano deve ancora recuperare dall’ultimo infortunio, secondo il piano dello staff medico dovrebbe tornare in gruppo tra un paio di settimane. E, a quel punto, Bonifazi potrà lasciare il Toro: lo aspetta l’Atalanta, ma non prima di metà gennaio. Per Djidji continua il pressing del Lecce: la pista non scalda le fantasie del franco-ivoriano, il quale aspetta un’offerta migliore rispetto a quella salentina.

UNO È DI TROPPO

Non ha monetizzato in estate, mantenendo la promessa di non cedere i pezzi pregiati, ma adesso gli scenari sono cambiati: il presidente Cairo, in questa finestra invernale, penserà più ad incassare che ad acquistare. Al momento, infatti, non sono previsti innesti, ma soltanto cessioni. E Bonifazi non sarà l’unico: anche in attacco ci saranno movimenti, tra Iago e Zaza uno è di troppo. L’ex Valencia ha diverse offerte, dalla Fiorentina al Sassuolo alla Cina sono arrivate più di una proposta, ma si porta dietro il fardello dei 15 milioni spesi per acquistarlo, a meno non si vende. Così, al momento, sembra proprio Iago l’indiziato principale ad abbandonare la nave di capitan Mazzarri. «Speriamo che il 2020 sia un anno pieno di soddisfazioni» ha scritto lo spagnolo sui social. E le soddisfazioni potrebbero non essere tinte di granata: l’aria di casa della Spagna chiama, così come il Genoa, club che ha iniziato a chiedere informazioni. In caso di partenza sua, o di Zaza, si alzerebbero le quotazioni di una permanenza di Edera, al momento ai margini ma che troverebbe maggiore spazio con una cessione. Intanto il giovane Rauti approda al Monza, alla corte di Berlusconi e Galliani. De Angelis finisce al Gozzano mentre Buongiorno è conteso da Entella e Cosenza in Serie B.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo