Incidente
Cronaca
MAZZÉ

Cade dalla Vespa, batte la testa e muore dopo quattro giorni di agonia

La vittima è un pensionato di Caluso e l’incidente è avvenuto a Tonengo

Non ce l’ha fatta Luisito Ferraris, 65 anni di Caluso, l’uomo che quattro sere fa era rimasto coinvolto in un incidente stradale a Tonengo di Mazzè, nei pressi del centro sportivo. L’uomo era in sella alla sua Vespa Piaggio quando, per cause in fase di accertamento, è uscito di strada ed è caduto. Immediata la chiamata al 112. Il ferito è poi stato elitrasportato al Cto dove, alcune ore dopo, è deceduto.

Il 65enne stava procedendo tranquillamente con la propria Vespa quando ne ha perso il controllo ed è caduto a terra. Altri automobilisti di passaggio hanno visto l’uomo fuori strada e hanno dato l’allarme. La situazione è apparsa subito molto grave ai soccorritori che hanno comunque stabilizzato le condizioni del pensionato prima del trasporto in elicottero al Cto. Purtroppo è stato tutto inutile: le condizioni del 65enne si sono aggravate fino al decesso.

I famigliari dell’uomo intendono capire se Ferraris sia stato colto da malore mentre era in sella alla Vespa e, conseguentemente, sia caduto, oppure abbia perso il controllo del mezzo a causa di una delle buche che del manto stradale che sono presenti in quel tratto di strada. Quel che è certo è che la Vespa procedeva, come hanno riferito alcuni testimoni oculari ai carabinieri, ad andatura moderata e che Ferraris indossava il casco.

Ciononostante l’uomo ha battuto violentemente il capo e, verosimilmente, sarebbe deceduto proprio a causa di un’emorragia interna alla testa. Da notare infine che negli ultimi mesi, proprio lungo quel tratto di strada, si sarebbero verificati altri incidenti che hanno visto come vittime alcuni motociclisti, anche se rimasti feriti e contusi in modo non grave.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo