morto vanchiglia
Cronaca
IL CASO L’autopsia chiarirà il giallo dello scalo Vanchiglia

Cadavere strangolato. Indagini per omicidio «Sospetti sul cappio»

Gli inquirenti non escludono neppure il delitto. Dubbi anche sulla singolare posizione del corpo

Il cadavere trovato due giorni fa in un magazzino dello scalo Vanchiglia non è stato ancora identificato, ma sulla fine dell’uomo si sarebbero novità. Infatti l’africano potrebbe non essere morto suicida, ma sarebbe stato ucciso. Quella che era stata la prima impressione dei poliziotti giunti sul posto, sarebbe stata confermata da un’attenta analisi della polizia Scientifica che, sul caso, ha inviato un’informativa in procura. Infatti, dalla postura e da come il fil di ferro che ha strozzato la vittima era annodato, l’atto anti conservativo risulterebbe alquanto improbabile. L’ultima parola spetterà al medico legale che con l’autopsia sul corpo della vittima chiarirà definitivamente l’accaduto. Sul corpo dell’uomo il magistrato ha anche disposto gli esami tossicologici i cui risultati saranno resi noti solo la prossima settimana. Intanto prosegue l’attività investigativa della questura; martedì e ieri sono stati ascoltati numerosi testimoni che potrebbero aver notato l’uomo entrare in quel magazzino, solo o in compagnia di altre persone.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo