cadavere-po
News
CHIVASSO

Cadavere buttato in un prato. La mamma: «Ti hanno ucciso»

Identificato il corpo ritrovato lunedì pomeriggio: è di un 22enne romeno

«Sei morto da solo in strada, ti ha ucciso». Non ha dubbi Viorica Miron, la mamma del 22enne ritrovato, lunedì pomeriggio, nelle campagne di Chivasso. Il suo grido di dolore, unito alla sua accusa, è stato affidato ai social. Ma i dubbi su cosa sia successo a suo figlio restano tanti. Il corpo è stato identificato ieri. Si tratta di Andrei Radu Miron, residente a Crescentino. Un romeno di poco più di 20 anni. I carabinieri sono riusciti ad identificare il cadavere del ragazzo, abbandonato lì, vicino al fiume, dalle impronte digitali. La zona in cui è stato trovato il cadavere è a pochi metri dalla sponda destra del Po, in un’area piuttosto isolata. Per arrivare si accede da una stradina di campagna viaggiando lungo la ex statale 590. Il giovane era già noto alle forze dell’ordine in virtù di numerosi precedenti penali. Aveva, infatti, avuto alcuni problemi di natura giudiziaria per reati contro il patrimonio e la persona, ed era stato sottoposto, in passato, anche a obbligo di dimora. Ora risultava essere libero.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo