Molti si sono accalcati ai cancelli dell’anagrafe centrale sperando di ritirare il buono spesa
Cronaca
IL FATTO

Buoni spesa, il via nel caos: arrivano altri 663mila euro

Nessuno di quelli che si sono presentati in anagrafe ha ritirato il ticket

I buoni spesa verranno erogati entro la fine della settimana, mentre l’anagrafe centrale è già sprofondata nel caos. Per far fronte alla enorme quantità di richieste, 20mila al momento, dal Comune fanno sapere di aver stanziato altri 663mila euro, prelevati dal fondo di riserva. Nel frattempo, a mandare in tilt i già delicati equilibri dell’anagrafe di via Giulio ci ha pensato la nomina a “punto di stampa” dei buoni. Ieri mattina una ventina di persone si sono messe in fila, rigorosamente a un metro di distanza le une dalle altre, per ricevere il ticket da spendere per l’acquisto di beni di prima necessità. Ma sono tornati tutti a casa a mani vuote. Più che un assalto, l’anagrafe ha fatto da sfondo a una lenta processione. La cosa ha iniziato a prendere forma a partire dalle 8: uomini e donne che, appoggiati alla cancellata, hanno aspettato con gli occhi rivolti al marciapiede di potersi accaparrare quel pezzo di carta per fare la spesa. Qualcosa però è andato storto e, alle nove, la fila era ancora ferma al punto di partenza. «Un guasto tecnico» hanno spiegato i vigili, in cinque a presidiare gli ingressi.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo