(foto di repertorio)
News
Una vicenda ancora tutta da chiarire

Botte in discoteca: 19enne finisce al pronto soccorso ma è giallo sull’accaduto

Il ragazzo accusa il buttafuori: “Mi ha aggredito senza motivo”. Il personale del locale contrattacca: “È stato lui ad iniziare per primo”

Botte in discoteca: 19enne finisce al pronto soccorso. Medicato e dimesso, ne avrà per almeno trenta giorni. E’ successo venerdì sera, in un noto locale di Ivrea. L’episodio, tutto ancora da chiarire e sul quale stanno indagando gli agenti del locale commissariato di polizia, è stato denunciato proprio dal ragazzo costretto a ricorrere alle cure mediche (il giovane avrebbe riportato una tumefazione all’occhio, un ematoma alla testa, la frattura del setto nasale e quella di un dito).

DUE VERSIONI A CONFRONTO
Secondo la sua versione dei fatti, sarebbe stato uno dei buttafuori del locale – dove il 19enne aveva trascorso la serata in compagnia della fidanzata e di alcuni amici – ad aggredirlo senza un apparente motivo. Il giovane ha raccontato di essere intervenuto per difendere la ragazza che in quel momento era stata infastidita da un altro cliente del locale, e che a quel punto sarebbe stato allontanato dalla sicurezza. Una volta fuori, sarebbe iniziata l’aggressione. Una versione quella fornita agli inquirenti, che però cozza e non poco con quella fornita dal personale della discoteca secondo la quale il ragazzo avrebbe già dato problemi, qualche sera prima, in un altro locale dello stesso gruppo ed avrebbe iniziato lui, per primo, ad usare violenza nei confronti del buttafuori che alla fine, si sarebbe solo difeso.

VICENDA TUTTA ANCORA DA CHIARIRE
La vicenda, insomma, non è per nulla definita e sono ancora tanti i punti da chiarire. Com’è andata realmente, questo toccherà agli uomini della Polstato appurarlo. A loro il difficile compito di a fare luce sull’accaduto. Al momento, gli agenti hanno già ascoltato il 19enne e nelle prossime ore faranno altrettanto con la controparte. Non è escluso, tuttavia, che lo stesso buttafuori coinvolto nell’episodio, possa a sua volta sporgere denuncia nei confronti del giovane.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo