antimafia
News
L’INDAGINE

«I boss si muovono a livello globale e collegano il Piemonte alla Calabria»

Allarme del procuratore generale: «Nessuna zona della nostra regione indenne dalla contaminazione»

«Il concetto di una ’ndrangheta frammentata è superato. L’associazione tende sempre più ad aggregarsi, muovendosi con padrini e capi società sul territorio globale. Le locali scoperte in Piemonte dimostrano quanto sia pervasiva l’infiltrazione sul territorio regionale: c’è un asse che lega la ‘ndrangheta del nord a quella dei luoghi d’origine». L’identikit della ‘ndrangheta moderna l’ha fatto il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, commentando le misure cautelari scattate nell’ambito dell’operazione Cerbero conclusa ieri mattina.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo