cinesi aggrediti
Cronaca
I carabinieri stanno visionando le telecamere di sorveglianza

Borgo Vittoria, coppia di cinesi presa a bottigliate: “Portate il coronavirus” [FOTO]

Aggressione nella notte, nel mirino un 28enne e una 25enne che rientravano a casa dopo aver lavorato in un supermercato: caccia ai responsabili. Appendino: “Gesto intollerabile”

Due giovani cinesi sono stati aggrediti da alcuni ragazzi a Torino, nel quartiere Borgo Vittoria. La coppia, lui 28 anni e lei 25, impiegati in un supermercato, lunedì notte intorno alle 2 stavano rientrando a casa dopo aver lasciato l’auto in garage quando sono stati prima insultati, poi presi a bottigliate da due giovani, presumibilmente italiani.

Secondo le testimonianze degli aggrediti, avrebbero urlato loro di andarsene “perché portate il coronavirus”. Sempre in base al racconto dei due, i ragazzi avranno avuto intorno ai 18 anni, o addirittura meno. Il 28enne è stato colpito al sopracciglio destro, la 25enne è stata raggiunta da una bottigliata alla schiena.

Entrambi sono stati curati dal personale del 118. L’uomo ha riportato alcune escoriazioni, la donna è finita sotto choc. Nessuna ferita grave, ma altissima è la paura che questo folle episodio possa ripetersi. Anche per questo, la coppia di cinesi ha deciso di denunciare l’accaduto ai carabinieri, ma di non andare in ospedale, temendo nuove aggressioni. I militari stanno visionando le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona per fare chiarezza sull’accaduto.

APPENDINO: “INTOLLERABILE”

“Ho appreso della recente, intollerabile, aggressione razzista ai danni di due cittadini torinesi di origine cinese. Io e l’assessore Giusta vorremmo ribadire a loro e alla comunità italo-cinese di Torino la vicinanza di tutta la Città, sentimento già espresso la scorsa settimana in occasione del pranzo con i rappresentanti della comunità. Ci teniamo inoltre a ringraziare per la professionalità e la sensibilità i carabinieri della compagnia Torino Oltredora, con cui la Città ha collaborato negli ultimi anni proprio al progetto per il contrasto ai crimini d’odio razzisti G3P-R”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo