CampoBorgaretto
News
BEINASCO Il comune ha rinvenuto 55 tonnellate di immondizia in più rispetto alle previsioni

Bonificato il campo nomadi di Borgaretto: raccogliere i rifiuti è costato 27mila euro

Sull’area potrebbe sorgere un orto sociale in collaborazione con le associazioni del territorio

Demolire, abbattere, raccogliere e smaltire i manufatti edilizi dell’ex campo nomadi di Borgaretto è costato al comune 27mila e 683 euro. La somma, più alta rispetto a quanto preventivato inizialmente, è lievitata per via della grande quantità di immondizia presente nel campo. Lo si era visto già la settimana prima dello sgombero del 7 marzo, quando il comune aveva provveduto a una prima pulizia dell’ accampamento.

In quell’occasione erano stati portati via ben cinque camion carichi di immondizia di vario tipo, tutta diretta in discarica, come materassi e vasche idromassaggio, o destinata al recupero di rifiuti speciali. Tonnellate di materiale a cui, dopo l’abbattimento, si è andato ad aggiungere quello con cui erano state realizzate le baracche, quali vetro e legno. In totale 67,74 tonnellate: ossia 55,74 in più rispetto al quantitativo stimato di 12. Rifiuti che chiaramente sono stati smaltiti secondo tutti i crismi, ma che certo hanno contribuito ad innalzare le quote di spesa previste.

Alla raccolta e smaltimento dei rifiuti, si è inoltre aggiunta la somma destinata alla posa
di sei barriere di cemento “new jersey” che ora limitano tutto il perimetro del campo prevenendo, come suggerito dalle forze dell’ordine, la possibilità che venga nuovamente occupato. Ora il terreno verrà ripulito e bonificato e, in caso di vendita, il comune manterrà un diritto di prelazione, ma il sogno sarebbe quello di realizzare un orto sociale in collaborazione con associazioni del territorio.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo