ex ipca
News
CIRIÈ

Bonifica alla fabbrica del cancro. Un milione di euro per la ex Ipca

Il tristemente famoso stabilimento di colori all’anilina. Il sindaco Devietti: «Ottimo risultato»

Nell’ex Ipca di Ciriè, la «fabbrica del cancro», lo stabilimento che nel secolo scorso produceva colori di anilina e trasformava gli operai in «pissabrüt» perché urinavano sangue, l’atteso avvio delle operazioni di bonifica si sta per trasformare in realtà.

Ad agosto, infatti, la Regione ha comunicato alla Città di Cirié che la procedura per l’assegnazione del finanziamento di un milione di euro per interventi di bonifica sta andando avanti. Dopo diverse e articolate interlocuzioni con il ministero dell’Ambiente per i trasferimenti dei fondi Cipe, spiegano dal Comune, è stata messa a punto una bozza di Accordo di Programma che verrà presto condivisa con i Comuni destinatari dei finanziamenti. La definizione e la conseguente sottoscrizione dell’accordo, che dovrebbe avvenire già entro questo autunno, dovrebbe quindi sbloccare l’iter per la partenza della bonifica e il conseguente trasferimento del finanziamento assegnato nell’ormai lontano 2017.

«Si tratta senza dubbio di un ottimo risultato – ha commentato il sindaco di Ciriè, Loredana Devietti – che ci ha visto impegnati in prima linea con confronti serrati sia con la Regione che con il ministero». Dopo l’assegnazione del finanziamento, ha spiegato la prima cittadina, «che ci era stato comunicato ad ottobre del 2017, abbiamo continuato a tenere alta l’attenzione, sollecitando gli organismi competenti e ricordando a tutti l’importanza di questo progetto per la nostra città e tutto il territorio circostante. Finalmente i nostri sforzi e la nostra costanza hanno dato importanti frutti e in stretto accordo con gli uffici regionali proseguiremo il confronto per poter arrivare a breve alla sigla del protocollo. L’avvicendarsi di governi avvenuto sia a livello nazionale sia a livello regionale ha rallentato un po’ le procedure ma sembra che finalmente si inizi ad intravvedere una data di partenza per la procedura di bonifica dell’ex Ipca».

Una volta che saranno assegnati i fondi, ha poi aggiunto l’assessore comunale all’Ambiente, Alessandro Pugliesi, «potremo iniziare a sperimentare le due tecnologie diverse ipotizzabili per portare a compimento la bonifica». Si tratta, dunque, di un investimento propedeutico «che però ci permetterà di capire come procedere al meglio in seguito, con un occhio di riguardo all’ambiente e uno alle persone che vivono e lavorano nella zona».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo