Schermata 2017-09-15 alle 07.58.58
News
LUNGO DORA NAPOLI

Bocconi e arancini con chiodi: “Vogliono ammazzare i cani”

I cittadini lanciano l’allarme: «Nascosti nell’erba, fate attenzione»

Una volta abbandonavano le polpette avvelenate, magari pezzi di carne a prima vista normali ma in realtà tossici. Oggi coloro che odiano gli animali hanno affinato le loro bieche strategie, arrivando a escogitare trappole ancora più meschine. Tra le strade e le aree cani di Torino capita, così, di dover incorrere in piccoli arancini, pieni di riso e di chiodi.

Come è successo sul lungo Dora Napoli dove un pensionato ha notato i bocconi sospetti, ha alzato il telefono e ha allertato la polizia municipale. Una macabra trovata di qualcuno che deve odiare a tal punto gli animali da seminare addirittura pietanze mortali tra gli alberi. Un boccone, all’apparenza, più che gradito per un cucciolo o un mastino, se non fosse per la piccola e amara sorpresa presente al loro interno: dei chiodini pronti a lacerare le viscere del malcapitato amico a quattro zampe. Un colpo basso, messo a segno da ignoti a due passi dalla passerella Carpanini.

I vigili, intervenuti poco dopo le ore 8 di ieri mattina, hanno sequestrato il cibo mentre i residenti hanno affisso dei cartelli per spiegare ai passanti quanto avvenuto. Non una novità, tra le altre cose, sulle sponde della Dora dove mesi fa erano stati trovati dei würstel ripieni di pezzi di ferro. Gli arancini sono stati anche aperti e l’interno fotografato per essere analizzato. «Ci sono degli esseri abominevoli in giro per questa città – rincara Piero, l’autore della segnalazione -. Non riesco a capire chi possa aver partorito un’idea simile. L’unica notizia positiva è che almeno per questa volta siamo riusciti a sventare il piano». Parchi e giardini sono, spesso, presi di mira da questi malintenzionati che ce l’hanno a morte con i cani. E di recente ha preso piede anche la brutta abitudine di cospargere veleni lungo aiuole o piccole aree verdi.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo