Blutec
Cronaca
IL FATTO

Scandalo Blutec: ai domiciliari l’imprenditore torinese Ginatta

Blitz della guardia di Finanza nella sede di Rivoli: l’azienda nella bufera per lʼaffare Termini Imerese. La Fiom: “A rischio mille posti di lavori”. Di Maio: “Non abbandoneremo i lavoratori”

Blutec nella bufera. La guardia di Finanza ha fatto visita alla sede di Rivoli dell’azienda, che ha rilevato e avrebbe dovuto rilanciare l’ex stabilimento Fiat di Termini Imerese.

Invece, è finita nell’occhio del ciclone con il sequestro di 16,5 milioni di euro (oltre la metà dei 21 milioni ricevuti dallo Stato per ridare slancio all’area) e gli arresti domiciliari per i due vertici dell’azienda, tra cui spicca la figura del noto imprenditore torinese Roberto Ginatta, presidente del consiglio di amministrazione della Blutec Spa.

Stessa misura è stata adottata nei confronti dell’ad Cosimo Di Cursi. L’accusa è di malversazione ai danni dello Stato.

A Ginetta e Di Cursi è stata notificata anche una misura interdittiva, per la durata di 12 mesi, che riguarda il divieto di esercitare imprese e uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese.

Le Fiamme gialle hanno fatto scattare il sequestro preventivo dell’intero complesso aziendale e anche dello stabilimento di Rivoli. Inoltre sono state sequestrate le relative quote sociali di Blutec, nonché le disponibilità finanziarie, immobiliari e mobiliari riconducibili agli indagati fino all’importo di 16 milioni e 516 mila euro.

L’ALLARME DELLA FIOM: “A RISCHIO MILLE POSTI DI LAVORO”

La Fiom-Cgil fa sapere che sono “a rischio mille posto di lavoro” che interessano gli stabilimenti di Termini Imerese, Piemonte, Abruzzo e Basilicata. Il segretario nazionale Michele De Palma chiede un incontro urgente al Mise. La Fiom siciliana: “Il grande bluff è stato svelato”.

DI MAIO: “NON ABBANDONEREMO I LAVORATORI”

Il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, assicura: “I lavoratori sono le vittime di questa storia e non li abbandoneremo. Dobbiamo prima di tutto metterli in sicurezza”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo