ladro metro scala mobile
Cronaca
IL FATTO

Bloccano le scale della metropolitana e poi scippano in branco i passeggeri

Diversi casi nelle ultime settimane: lunedì la polizia ha arrestato quattro giovani scippatori

Lo chiamano “blocco della scala mobile”. Già sperimentato a Roma e a Milano negli anni scorsi, da alcuni mesi il nuovo metodo usato dalle gang di giovanissimi per derubare i passeggeri della Metro di telefonini e portafogli è approdato anche a TorinoNelle ultime settimane, in particolare, sono state frequenti le segnalazioni arrivate agli inquirenti per furti tentati o consumati con questo trucco. Il gruppo agisce così: aziona il pulsante d’emergenza che blocca la scala mobile della metropolitana e poi, approfittando della confusione che si genera in quegli attimi, deruba le vittime sulla scala bloccata, soprattutto persone anziane.

L’ultimo colpo, solo tentato, si è concluso con due arresti eseguiti dagli agenti delle Volanti del commissariato San Paolo.

Le manette sono scattate lunedì. La banda era composta da quattro giovani, due dei quali sono stati arrestati: si tratta di un ragazzo e di una ragazza rumeni, entrambi ventenni. Mentre la ragazza, all’interno della fermata Rivoli, azionava il pulsante per bloccare la scala mobile, il complice metteva le mani nella tasca di un anziano per sfilargli il portafoglio. Gli altri due ladri erano sulla scala e sono riusciti a fuggire. Ma l’autore materiale del reato e la ragazza, sono stati bloccati mentre scappavano dalle parti di piazza Bernini. Gli uomini delle Volanti li hanno portati nelle camere di sicurezza del commissariato San Paolo e hanno trasmesso gli atti alla pm Barbara Badellino, che li ha indagati per tentato furto in concorso. Il processo per direttissima è imminente. Non è la prima volta che questa tecnica viene usata nella nostra città. L’obiettivo dei ladri, che agiscono sempre in branco, è puntare sul fatto che i passeggeri sulla scala, quando si blocca, vengono colti alla sprovvista e sono più disattenti. A volte perdono anche l’equilibrio, ed è ancora più facile avvicinarsi a loro, e mettere le mani nelle borse o nelle tasche. Durante il colpo di piazza Rivoli era presente sulla scala mobile anche un consigliere di circoscrizione che ha subito telefonato al 112 e che ha inveito contro i ladri, mettendoli in fuga. Gli agenti delle Volanti hanno immaginato che i fuggitivi sarebbero scappati a piedi nel quartiere, e si sono precipitati a pattugliare la zona. Finché non hanno visto due ventenni scappare in piazza Bernini e li hanno fermati. Le telecamere hanno immortalato tutto.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo