carabinieri bus multe gn
Cronaca
Controlli in zona Porta Nuova

Blitz su tram e bus: uno su 4 non paga, centinaia di multe

Operazione dei carabinieri sui mezzi pubblici e nei locali. Più di 200 passeggeri su 800 sorpresi senza biglietto

Più di una persona su quattro non paga il biglietto dell’autobus. Quello che qualunque passeggero poteva sospettare semplicemente osservando quanti dei propri compagni di viaggio “bippano” il proprio documento, ha trovato conferma dai controlli eseguiti da Gtt e carabinieri venerdì e sabato scorsi, dalle 18 alle 24. Militari e controllori sono saliti sui mezzi delle linee 4 e 11, nei pressi di Porta Nuova, e hanno controllato i documenti di viaggio di 800 passeggeri. Il bilancio finale è chiaro: 211 di loro, poco più del 25%, sono stati multati perché trovati senza biglietto. Una percentuale elevatissima, forse dovuta al fatto che i bus della zona sono molto frequentati da extracomunitari e dall’ora dei controlli: in tanti, probabilmente, pensavano che di sera nessuno avrebbe chiesto loro il biglietto.

L’operazione dei carabinieri però non si è limitata a dare la caccia ai “portoghesi”. Cinque passeggeri infatti sono stati segnalati alla prefettura perché trovati in possesso di piccole quantità di sostanze stupefacenti, un altro è stato denunciato perché aveva 10 grammi di hashish (troppo perché fosse per solo uso personale). Un altro, infine, è stato denunciato per porto abusivo di arma da taglio perché in possesso di un coltello a serramanico.

Ai controlli nella zona di Porta Nuova, si sommano quelli eseguiti in centro. Nei giorni scorsi i carabinieri della compagnia San Carlo, hanno multato due bar e un pub del centro per la violazione delle condizioni igieniche e la normativa anti-fumo. In più, il titolare di un bar è stato denunciato perché i militari hanno sorpreso all’interno del suo locale due 15enni a cui erano state somministrate bevande alcoliche. Situazione simile in un mini market, in cui il titolare però è stato solo multato in quanto i minori avevano più di 16 anni.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo