nas
Cronaca
CHIAVERANO

Blitz dei Nas in macelleria: maxi sequestro di carne

Una tonnellata di alimenti mal conservati scoperta dai militari

Quasi una tonnellata di carne mal conservata è stata scoperta dai Nas nella macelleria Avondoglio di Chiaverano. I carabinieri hanno denunciato il titolare della macelleria canavesana a seguito del rinvenimento di 920 chili di carni in cattivo stato di conservazione. Secondo quanto accertato dai militari, la macelleria sarebbe stata priva dei basilari requisiti igienico-sanitari previsti dalle norme ed è stata individuata grazie alla collaborazione tra il Nas e i carabinieri della stazione di Ivrea. Nel corso dell’ispezione è stato riscontrato il «perdurante e diffuso stato di sporcizia delle attrezzature e dei locali destinati allo stoccaggio e alla lavorazione delle preparazioni alimentari» trovati pieni di incrostazioni, unti e con residui alimentari ormai abbandonati. E’ stata appurata la presenza di un’area dove i rifiuti alimentari venivano stoccati a temperatura ambiente senza alcuna precauzione, ma soprattutto sono stati rinvenuti 920 chili di carne sottoposti a congelazione in maniera arbitraria, sprovvisti di qualsivoglia etichettatura attestante la tipologia e la tracciabilità. La gravità delle carenze igienico sanitarie e strutturali ha comportato l’immediata chiusura della macelleria, fino al ripristino dei requisiti minimi. Tutti gli alimenti sono stati sottoposti a sequestro probatorio, mentre a carico del titolare, oltre alla denuncia per il reato di detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione, è stata contestata anche la sanzione amministrativa prevista per l’assenza dei requisiti generali e specifici in materia di igiene e per aver allestito un deposito di alimenti abusivo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo