bivacco
News
CIRCOSCRIZIONE 6

Bivacco e spaccio davanti ai negozi. Un nuovo esposto dei commercianti

La denuncia alla Questura delle attività di largo Palermo e corso Giulio Cesare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Risse, bivacchi, schiamazzi, spaccio. Problemi che chi abita in Barriera di Milano conosce molto bene. Tanto i residenti quanto i commercianti che nei giorni scorsi hanno raccolto le firme per presentare un nuovo esposto al commissariato di via Botticelli. Firme con cui chiedere un quartiere più vivibile. Dopo anni di denunce e segnalazioni da parte dei comitati del quartiere quella che permane oggi è una situazione di forte insofferenza. Con famiglie che ogni giorno devono combattere contro gli spacciatori, le risse per strada e i locali che tengono aperto di nascosto diventando punti di ritrovo della criminalità. «Ci sentiamo lasciati soli, abbandonati» si sfogano così i firmatari. La questione è nota da anni così come è noto l’impegno delle forze dell’or – dine nel tentare di arginare il fenomeno. Un fenomeno che non trova mai pace e che si è radicato attorno ai giardinetti di via Montanaro, a via Scarlatti, alla piazzetta di largo Palermo. Gli africani spacciano la sera nei pressi delle isole pedonali, hanno sempre qualche birra in mano (rimediata chissà dove) e la logica conseguenza sono gli schiamazzi a ripetizione che al mattino lasciano in dote cocci di vetro e alcool a fiumi. «Quante volte li abbiamo fotografati mentre si scambiavano la droga o la merce rubata nei cortili – racconta una residente -. Ma alla fine ci siamo pure beccati le minacce. Oltre al danno anche la beffa». A chiedere un intervento c’è anche il capogruppo di Forza Italia in Circoscrizione 6, Domenico Garcea, «Le misure anti Covid – attacca Garcea -, non vengono rispettate e i problemi all’ordine pubblico sono ormai una triste consuetudine».

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo